martedì 21 giugno 2016

Hand made Log



Ho ripreso a scrivere! ....a mano!
Era un po' di tempo che ci pensavo, o meglio, che l'idea mi frullava in testa: riprendere a "scrivere" il Log di Stazione. Dopo tanti anni passati ad usare il log elettronico, a passare file di dati, e ricominciare perché trovavo sempre quello migliore, ovvero l'aggiornamento, e così via, dopo anni di elettronica ed automatismi, avevo voglia di concreto, di qualcosa di tangibile, ma non mi era molto chiaro, (quanto ci è sempre chiaro ciò che sentiamo dentro noi stessi?), e rivedendo una QSL che mi ha inviato, direttamente, un OM del Galles in cui mi faceva congratulazioni per il segnale dato da un TX homemade, dopo avere gustato di quel tatto, di quella sensazione avuta tanti anni fa, ai primi tempi della mia Ham life. mi è stato chiaro: non faccio 10.000 QSO al mese, non faccio più contest e collegamenti a sfare, ma collego OM per il piacere di collegarli, di parlarci, di sentire cosa usano, insomma per il piacere di contattare una Persona e non un call, allora ben venga anche scrivere a mano, non avere bisogno di un log di stazione che se serve può addirittura comandare il RTX (mai voluto e mai fatto, ma questa è la "normalità").

E ieri sono andato a comprare un quaderno all'uopo, spendendo ben 3 euri! 
Ma ho preso un signor quaderno, e l'ho adibito a scriverci, e....il piacere è stato come quello di quando reincontri un vecchio amico, quando ti ritrovi dopo tanti anni, magari coi capelli ingrigiti, con un po' di pancia in più, ma felice di ristringersi la mano e passare del tempo a chiacchierare un' po.

Ed ho reiniziato a scrivere e devo dire con vero piacere, come mandare le QSL cartacee, scriverle, imbucarle, magari poche, certo, ma divertendomi a scrivere e inviarle e aspettare quella di ritorno.

Insomma è come per la radio a valvole, quelle analogiche, quelle meno sofisticate, senza memorie e senza menù, dove per ritornare sulla medesima frequenza devi ricercarla e non solo prenere un tasto.
Ci sta chi a leggere questa roba inorridisce,ma io gioisco e mi sento come un bambino che ritrova un suo vecchio ma amato orsacchiotto, un po' rovinato e sporco, eppure quello che amava, con cui giocava sempre!

La Vita è fatta di cose semplici, ci hanno insegnato che se non abbiamo l'ultimo dei telefoni, dellìauto, dei forni a microonde, dei tv, e così via, non possiamo essere felici, e così anche nel Ham Radio Fiedl, se non si possiede l'ultimo degli RTX o delle antenne o degli accessori, non siamo felici e non siamo Ham uptodate.....e invece no! Lo capisci appunto nel fare cose semplici e stupide come, ad esempio, scrivere i dati del QSO senza battere su una tastiera, lo capisci quando lo provi.

Non che il PC lo aborrisca, tutt'altro: quando faccio i conti per i filtri, per i circuiti LC, ovvero i disegni degli schemi elettrici, nulla è più comodo e "pulito" del lavoro fatto al PC: CAD si chiama, ma come in tutte le cose, l'uso ed il miglioramento in un settore non vogliono dire che quello strumento lo devi usare per tutto. Se usi la macchina per andare in montagna ad arrampicare non vuol dire che la devi usare anche per andare al bagno....

Ma nella Vita, quella con la "V" maiuscola, le cose semplici, quelle vere, quello non sofisticate che se si riompono, forse le ripari pure, quelle ci devono stare, quelle hanno un loro posto e non glielo si deve togliere. E così da ieri, il mio Log di stazione è tornato un quaderno, scritto a mano, su cui se sbaglio cancello e non faccio "CTRL-X"....e ne sono così felice che mi sento ridicolo quanto un bambino, ma non me ne frega niente :)





Nessun commento: