giovedì 9 aprile 2015

True Ham Radio 2.0


Già ne ho scritto, ma ogni giorno ritorno a scontrarmi contro questa realtà che non digerisco e...sono fiero di non farlo, di non farmi scorrere la cosa addosso e girandomi dall'altra parte pensare "tanto non c'è niente da fare"!
No! Non è vero!

Non è affatto vero che non c'è niente da fare! Questo è quello che si predica oggi, per far passare l'idea che il rubare sia qualcosa contro cui non si può (non si deve) fare niente! Per far passare che contro la corruzione dei personaggi pubblici non si può (non si deve) fare niente! Per far passare che contro l'immoralità (non dei costumi ma dell'etica) di chi occupa posizioni di resposnabilità, di esempio, di spicco, ecc. non si può (non si deve) fare niente! 
e così via!

Non è affatto vero!

Si può fare e si DEVE fare e DIRE! Forse il mondo non cambia in una notte, ma di sicuro le coscienze avvertono quando una voce dice la verità e qualcun altro potrebbe farsi qualche domanda, interrogarsi e...scoprire che anche lui avverte dentro se stesso quel rigurgito di schifo, di disgusto.

Non è affatto detto che oggi radioamatore sia chi ha soldi per comprare un apparecchio radio e la sua antenna e fiato per urlare dentro ad un microfono (dopo avere opportunamente equalizzato la modulazione Hz per Hz in tutta la banda audio).
No questo NON E' AFFATTO UN RADIOAMATORE, questo è solo un imbecille che si crede un grande, che immette di se stesso nella radio l'analogo di chi lo fa mettendosi alla guida di un SUV & simili.
Questi sono solo dei cretini che hanno soldi, ma che di ciò che fanno non hanno consapevolezza.

AMARE la RADIO, quindi voler essere RADIOAMATORI, vuol dire AMARE quello che fa parte di questo mondo, anche il QSO ovviamente, ma prima del QSO ci sta l'elettronica, ci stanno i fili, ci sta la tecnica, ci sta un mondo, fatto di conoscenza, di apprendimento, di desiderio o meglio di BISOGNO di capire. 
Non serve essere dei geni della tecnica, non serve essere ingegneri: chi ha questa opportunità è un fortunato (se la usa in modo degno!), ma serve avere qualcosa dentro e cervello, non il vuoto nel cranio.

Leggere di post sul sito di  Ari Fidenza in cui si disserta di niente, di fumo o aria fritta, in cui si scrive su una tastiera e basta, fa capire come il mondo dei radio-utenti attualmente, almeno di quelli che si mettono molto in vista, sia pregno di idiozia e di nulla!

Essere Radio-Amatore è ben altro, essere OM è tutt'altro e non ha nulla a che fare con le chat, con Internet e con il vuoto.
Internet, o il PC sono UNO STRUMENTO esattamente come un analizzatore di spettro! Se io passo il giorno a premere i tasti dell'oscilloscopio o dell'analizzatore di spettro non sono un radiotecnico, sono sono un cretino che preme tasti.
Se lo strumento lo uso per fare misure, cioè lo uso per quello a cui è preposto, allora sono uno che ragiona e usa le cose; se no, mi faccio usare. E se mi faccio usare non sono degno di essere un uomo, sono io a mia volta uno strumento. Ovverosia un cretino!

E di cretini è pieno l'ambiente: Einstein scrisse: "Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi"






Nessun commento: