mercoledì 29 aprile 2015

L'entusiamso ed il fascino di "fare"


In questi giorni l'amico "Radioman" ha dato inizio alla sua scalata alle "bande alte": si era limitato fin qui a circa 15 MHz ed ora pian piano ottimizzando (ancora c'ha da fare eccome, ma...), limando ed aggiustando, appunto, sui valori e sulle tarature, è riuscito a superare il muro virtuale dei 28 MHz, partendo da un VFO a circa 9,3 MHz che moltiplica la sua frequenza, ecc. ecc....



Oltre alla soddisfazione sua che trasmette un entusiasmo a dir poco contagioso, almeno per me, sono i discorsi che contornano le considerazioni, le varie riflessioni e le pensate fatte sia da lui sia da tutto il gruppo, per vedere di risolvere i vari problemi, e man mano affrontare i vari singoli passi, per ottimizzare la potenza di uscita, la nota CW, la stabilità, ecc. ecc. 
Questo entusiasma!  
Questo fa avvertire un fuoco, un calore, una eccitazione che, mi si perdoni il paragone forse non azzeccato,che però mi serve a rendere l'idea, è quasi comparabile con una certa ..... eccitazione sessuale che si prova in certe situazioni.

Stamane gli ho scritto: "Questo è Ham Radio ed Autocostruzione": entusiasmo, voglia di capire, di andare nel profondo, capire e imparare, pur senza primeggiare, senza nemmeno sentirsi migliori, quanto invece, col desiderio ed il piacere di condividere quella gioia e quei risultati, incentivando con il banale eppure unico e potente, esempio, colui che sta alla finestra o all'ascolto.
E' come poco prima della primavera, quando ancora le giornate sono fredde, c'è il freddo che ti entra nelle ossa al mattino, e tu vai in giro e, sottile, avverti un'aria diversa, un qualcosa che forse solo l'istinto ti fa avvertire, eppure....sono i primi sintomi della nuova stagione, del cambiamento, della nuova Vita che nasce e rinasce e si ripete eppure sembra ancora la prima volta.

Qui si percepisce, si intuisce qualcosa che forse a tanti può sembrare inutile, una perdita di tempo, una inutilità, quando con un po' di spesa vai al negozio, o sui mercatini online e compri e senza muovere un dito, ma solo soldi, prendi e ti procuri quello strumento che poi ti servirà a farti bello...con te stesso o con i miseri della propria cricca, a sentirti bravo magari, collegando il raro DX, ma che ti lascerà identico a prima, se misero misero, se normale normale, mentre solo tu vedrai rilfessa una immagine diversa, su uno specchio in cui solo tu la vedrai diversa, un Dorian Gray a rovescio.....

E invece, questa "perdita di tempo" questi dieci anni che questo come altri amici, profondamente animati da qualcosa di unico dentro, hanno trascorsi, li hanno resi un tantinello diversi, non dico migliori, ma diversi. Ed è tanta roba !....


Ed a me questo piace, è come se e quando, magari, cucino una frittata coi bruscandoli, appena colti  fuori casa, verdi, freschi, e lei, la frittata croccante e con quel saporello di bruciacchiato che fa buono, si fa mangiare in modo unico; questo piace, mi fa sentire bene, seppure della gioia e del successo altrui, eppure non di quell'uomo,  staccato da me, diviso da una cartesiana visione della Vita, bensì di noi esseri viventi tutti, di noi pan-esseri, parti di unicum che non ha definizioni, perché non gliene servono, ma che esiste ed è!

Questo, tornando all'Ham World è entusiasmante, è bello, nella sua normale semplice quotidianità e vale, per me, mille QSL o DX o primi posti.

Questo è l'Ham radio Spirit che amo e che mi dà vita nel respirarlo!





Nessun commento: